Siti del Comune

 

Logo Comune di GenovaCOMUNE DI GENOVA Sito Istituzionale del Comune di Genova
 
Logo Visit GenoaVISIT GENOA Sito dedicato al Turismo

Link di servizio

 

Logo AMIUAMIU Azienda Multiservizi e d'Igiene Urbana
 
Logo AMTAMT GENOVA Azienda Mobilità e Trasporti
 
Logo ASTERASTER Azienda Servizi Territoriali Genova
 
Logo ASEFGENOVA PARCHEGGI Azienda
Parcheggi Genova
 
Logo Genova SmartCityGENOVA SMART CITY Associazione GSC
 
Logo IoNonRischioIO NON RISCHIO Sito della Protezione Civile
 
Logo IoNonRischioPROVINCIA DI GENOVA Sito istituzionale della Provincia di Genova
 
Logo Regione LiguriaREGIONE LIGURIA Sito istituzionale della Regione Liguria
 
Logo TrenitaliaTRENITALIA Gruppo Ferrovie dello Stato Italiano

Co-Finanziato da:

 
Logo Bandiera Europea
is co-financed by the
European Union
Caravel-Genova

Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Terriorio e del Mare

Social network

Collegamento alla pagina twitter Collegamento alla pagina Youtube

 

 
1) Dove posso trovare gli Atti Generali che regolano l’operato del Comune di Genova in materia di mobilità?

Sul sito del Comune di Genova, nella pagina Atti Generali della Sezione Mobilità e Trasporti.

 

2) Dove posso trovare le Ordinanze della Comune di Genova e i moduli di richiesta in caso di apertura cantieri o necessità di modifiche temporanee alla circolazione?

Sul sito del Comune di Genova, nella pagina Ordinanze della Sezione Mobilità e Trasporti.

 

3) Dove sono localizzati i centri AMT per il rapporto con la clientela?

Sul territorio sono presenti 3 BIGLIETTERIE in via D'Annunzio 8, via Bobbio 250r e via Avio 9r.
L’ ESATTORIA è sita in via Bobbio 250r e il SERVIZIO CLIENTI in via Bobbio 252r.
Molte operazioni (inclusa la vendita / rinnovo degli abbonamenti) possono essere svolte anche sul sito AMT www.amt.genova.it

 

4) A chi posso rivolgermi per richiedere i permessi Blu Area, ZTL, Disabili?

Presso gli uffici di Genova Parcheggi, in Viale Brigate Partigiane 1.

 

5) Dove posso trovare tutte le informazioni relativamente alle opzioni di sosta a pagamento su suolo pubblico (tariffe, permessi, regolamentazione e localizzazione degli spazi di sosta) gestite da Genova Parcheggi?

Tutte le informazioni sono riportate ufficialmente nel documento “Disciplinare della Sosta a Pagamento su Suolo Pubblico”, scaricabile qui dal sito del Comune di Genova. Alternativamente, si può visitare la sezione “FAQ” sulla sosta sul sito di Genova Parcheggi.

 

6) Quali differenze ci sono tra la regolamentazione della sosta a pagamento gestita da Genova Parcheggi (Blu Area e Isole Azzurre) e quella di APCOA (Piazza della Vittoria)?

Nell’area di sosta di Piazza della Vittoria non vige il regime denominato “Blu Area”, pertanto tutte le tipologie di abbonamento rilasciate da Genova Parcheggi non sono valide.

La regolamentazione adottata dalla Società Apcoa prevede le seguenti differenze rispetto alla disciplina Blu Area / Isola Azzurra:

  • Sistema tariffario basato sul frazionamento di mezz’ora;
  • I possessori di contrassegno disabili non hanno la facoltà di poter sostare gratuitamente all’interno degli stalli a pagamento ma solo negli appositi stalli a loro dedicati;
  • Le penali contrattuali emesse dalla Società APCOA sono pari a: 15,00 €, per sosta oltre il limite consentito; 30,00 € per mancata esposizione dello scontrino orario.

​​

7) Dove posso trovare tutte le informazioni relativamente alle Zone a Traffico Limitato presenti sul territorio cittadino?

Tutte le informazioni sono riportate ufficialmente nel documento “Disciplina dell’accesso alle Zone a Traffico Limitato”, scaricabile qui dal sito del Comune di Genova. 

 

8) Dove posso rivolgermi per sottoscrivere un abbonamento ai servizi di Car Sharing o Bike Sharing?

Presso gli uffici di Genova Parcheggi, in Viale Brigate Partigiane 1.

 

9) Dove posso trovare tutte le informazioni relative al funzionamento del servizio Car Sharing?

Sulla sito di Genova Car Sharing dove, oltre a tutte le pagine relative a funzionamento, parcheggi, veicoli e tariffe, è presente una specifica sezione FAQ.

A quale categoria "Euro" appartiene la mia auto?

La Comunità Europea ha emanato una serie di Direttive per regolamentare le emissioni di inquinanti dei veicoli. In base a queste direttive sono state individuate diverse categorie di appartenenza. Per capire a quale di queste categorie appartiene la propria auto è necessario controllare i riferimenti presenti nella carta di circolazione del veicolo. Tali riferimenti indicano quale normativa Euro è stata rispettata dalla casa costruttrice.

Sulla carta di circolazione di nuovo tipo (formato A4), l'indicazione è riportata alla lettera V.9 del riquadro 2 ed è spesso integrata con una ulteriore specifica nel riquadro 3. 

 
Indicazione direttiva Euro nei libretti nuovo tipo
 

Su quella di vecchio tipo l'indicazione dell'Euro di riferimento si trova in basso nel riquadro 2.

 
Indicazione direttiva Euro nei libretti vecchio tipo
 

Ovviamente, per i veicoli immatricolati prima dell’avvento della normativa sulle classi ambientali, sul libretto di circolazione non è riportato nulla.”

 

Qual è la corrispondenza tra Direttiva Europea e categoria “Euro” per le auto?

 

EURO 1 (immatricolate dopo il 31.12.1992)

  • 93/59 CEE con catalizzatore
  • 91/441 CEE
  • 91/542 CEE punto 6.2.1.A

EURO 2 (immatricolate dopo il 01.01.1997)

  • 91.542 punto 6.2.1.B
  • 94/12 CEE
  • 96/1 CE
  • 96/44 CEE
  • 96/69 CE
  • 98/77 CE

È possibile trovare nel libretto anche le seguenti diciture:

  • 96/20 – 95/54 93/116 – 96/69 – 96/36
  • 96/20 – 95/54 93/116 – 96/69 – 95/56 – 96/37
  • 96/20 – 95/54 93/116 – 96/69 – 95/56 – 96/37 – 96/38
  • 96/20 – 95/54 93/116 – 96/69 – 95/56 – 96/36 – 96/37 – 96/38
  • 92/97/CEE – 94/12 CEE – 93/116 CE
  • 92/97/CEE – 94/12 CEE
  • 96/20 CE – 96/44 CE
  • 96/20 CE – 96/1 CE
  • 96/20 CE – 94/12 CEE
  • 92/97/CE – 96/69 CE
  • 92/97/CE – 96/69 CE – 93/116 CE
  • 96/20 CE – 91/542 CEE PUNTO 6.2.1 – B
  • 96/20 CE – 94/12 CEE – 93/116 CE
  • 96/20 CE – 95/54 CE – 94/12 CEE – 93/116 CE
  • 96/20 CE – 96/69 CE – 93/116 CE
  • 96/20 CE – 96/69 CE – 95/54 CE – 93/116 CE
  • 92/97/CEE – 94/12 CE – 95/54 CE – 93/116 CE
  • CE 96/20 – 93/116 – 96/69 – 95/56
  • 1999/102/CE rif. 96/69/CE
  • 98/77 CE
  • CE 96/20 – 95/54 – 93/116 – 94/12 – 96/36 – 96/38
  • 96/20 CE – 95/54 CE – 96/69 CE – 95/56 CE

EURO 3 (immatricolate dopo il 01.01.2001)

  • 98/69 CE
  • 98/77 CE rif 98/69 CE
  • 99/96 CE
  • 99/102 CE rif. 98/69 CE
  • 2001/1 CE rif 98/69 CE
  • 2001/27 CE
  • 2001/100 CE A
  • 2002/80 CE A
  • 2003/76 CE A

Attenzione: molte ordinanze riportano tra i veicoli esclusi dalle limitazione le seguenti due categorie, relative ai veicoli commerciali:

  • veicoli commerciali leggeri (fino a 3,5 t. categoria N1) Euro 3 conformi alla direttiva 98/69 CE Stage 2000 o immatricolati dopo il 01.012001,
  • veicoli commerciali pesanti (oltre i 3,5 t. categorie N2 e N3) Euro 3 conformi alla direttiva 99/96 CE o immatricolati dopo il 01.01.2001

EURO 4 (immatricolate dopo il 01.01.2006)

  • 98/69/CE B
  • 98/77/CE rif. 98/69/CE B
  • 1999/96 CE B
  • 1999/102 CE B rif. 98/69/CE B
  • 2001/1/CE Rif. 98/69 CE B
  • 2001/1 CE B rif. 98/69 CE B
  • 2001/27 CE B
  • 2001/100 CE B
  • 2002/80 CE B
  • 2003/76 CE B
  • 2005/55/CE B1
  • 2006/51 CE B rif. 2005/55/CE B1

Si precisa che l’autoveicolo rientra nella classe ambiente EURO 4 solo se la Direttiva di riferimento riporta la lettera B. Qualunque altra sigla indica il riferimento ad una normativa precedente (Euro 1, Euro 2, Euro 3).

Euro 5 (*omologate dopo il 1.9.2009, immatricolate dopo il 1.1.2011)

  • 2005/55/CE B2
  • 2006/51/CE rif. 2005/55/CE B2
  • 2006/51/CE rif. 2005/55/CE B2 (ecol. migliorato) oppure Riga C
  • 99/96 fase III oppure Riga B2 o C
  • 2001/27 CE Rif. 1999/96 Riga B2 oppure Riga C
  • 2005/78 CE Rif 2005/55 CE Riga B2 oppure riga C
  • 2006/81 CE rif. 2005/55 CE riga B2
  • 2006/81 CE rif. 2005/55 CE riga C (ecol. migliorato)
  • 715/2007*692/2008 ( Euro 5 A )
  • 715/2007*692/2008 ( Euro 5 B )
  • 2008/74/CE rif. 2005/55/CE riga B2
  • 2008/74/CE rif. 2005/55/CE riga B2 (ecol. migliorato)
  • 2008/74/CE rif. 2005/55/CE riga B2 (con disp. anti-part)

Euro 6

  • 715/2007*692/2008 ( Euro 6 A )
  • 715/2007*692/2008 ( Euro 6 B )

 

A quale categoria "Euro" appartiene la mia moto?

La Comunità Europea ha emanato una serie di direttive sull'emissioni di inquinanti da parte dei veicoli. In base a queste direttive sono state individuate le categorie di appartenenza per gli autoveicoli (pre-Euro 1, Euro 1, 2, 3, 4) e le categorie per i motoveicoli e ciclomotori (Euro 1, 2, 3). Per sapere a quale categoria appartiene il vostro mezzo, occorre controllare quale direttiva viene indicata sulla carta di circolazione (libretto).”

Sulla carta di circolazione di nuovo tipo l'indicazione è riportata alla lettera V.9, con specificata la direttiva di riferimento nelle righe descrittive. Su quella di vecchio tipo l'indicazione si trova nel riquadro 2.”

 

Qual è la corrispondenza tra Direttiva Europea e categoria “Euro” per le moto?

 

Categoria Euro

Tipo di moto

Direttiva di riferimento

Data di riferimento

Euro 1

Ciclomotori e motocicli

97/24 CE cap. 5

omologati dopo il 17.06.1999

Euro 2

Ciclomotori

97/24 CE cap. 5 fase II

ciclomotori omologati dopo il 17.06.2002

Motocicli

2002/51/CE fase A

2006/27/CE fase A

motocicli immatricolati dal 01.01.2003

Euro 3

Motocicli

2002/51/CE fase B

2006/27/CE fase B

immatricolati dopo il 01.01.2006

 

 

A quale categoria "Euro" appartiene il mio veicolo commerciale?

La comunità europea ha emanato una serie di direttive sull'emissioni di inquinanti da parte dei veicoli. In base a queste direttive sono state individuate le categorie di appartenenza per gli autoveicoli (pre-Euro 1, Euro 1, 2, 3, 4). Per sapere a quale categoria appartiene il vostro mezzo, occorre controllare quale direttiva viene indicata sulla carta di circolazione (libretto).”

Sulla carta di circolazione di nuovo tipo l’indicazione è riportata alla lettera V.9, con specificata la direttiva di riferimento nelle righe descrittive. Su quella di vecchio tipo l’indicazione si trova nel riquadro 2.

 

Qual è la corrispondenza tra Direttiva Europea e categoria “Euro” per i veicoli commerciali?

Veicoli commerciali con massa complessiva a pieno carico (m.c.p.c.) non superiore a 3,5 tonnellate

 

Categoria Euro

Direttiva di riferimento

Data di entrata in vigore

Euro 1

91/441/CEE

91/542/CEE punto 6.2.1.A

93/59/CEE

01.01.1993

Euro 2

91/542/CEE punto 6.2.1.B

94/12/CE

96/1/CE

96/44/CE

96/69/CE

98/77/CE

01.01.1997

Euro 3

 

98/69/CE

98/77/CE rif 98/69/CE A

1999/96/CE A

1999/102/CE rif. 98/69/CE

2001/1/CE rif 98/69/CE

2001/27/CE A

2001/100/CE A

2002/80/CE A

2003/76/CE A

01.01.2001

Euro 4

98/69/CE B

98/77/CE rif. 98/69/CE B

1999/96/CE B

1999/102/CE rif. 98/69/CE B

2001/1/CE rif. 98/69 CE B

2001/27/CE B

2001/100/CE B

2002/80/CE B

2003/76/CE B

2005/55/CE B1

2006/51/CE rif. 2005/55/CE B1

1.1.2006

Euro 5

2005/55/CE B2

2006/51/CE rif. 2005/55/CE B2

2006/51/CE rif. 2005/55/CE B2 (ecol. migliorato) oppure Riga C

1999/96/CE fase III oppure Riga B2 o C

2001/27/CE Rif. 1999/96 Riga B2 oppure Riga C

2005/78/CE Rif 2005/55 CE Riga B2 oppure riga C

01.09.2009 per omologazione

01.01.2011 per immatricolazione

 

Attenzione: occorre verificare sempre sulla carta di circolazione (libretto) la direttiva riportata. Le date di obbligatorietà per le nuove immatricolazioni sono solo indicative ma non determinanti. Molti costruttori commercializzano infatti anni prima dell’obbligatorietà di una nuova categoria Euro, ma sono anche ammesse le commercializzazioni delle giacenze dopo la data di obbligatorietà.

Si precisa che l’autoveicolo rientra nella classe ambiente EURO 4 solo se la direttiva di riferimento riporta la lettera B. Qualunque altra sigla indica il riferimento ad una normativa precedente (Euro1, Euro2, Euro3).

Quando si decide l’acquisto di un veicolo nuovo, è dunque importante informarsi anche sulla direttiva europea osservata per costruirlo.

 

Veicoli commerciali con massa complessiva a pieno carico (m.c.p.c.) superiore a 3,5 tonnellate

 

Categoria Euro

Direttiva di riferimento

Data di entrata in vigore

Euro 1

91/542/CEE

Immatricolati dopo il 01.01.1993 o il 01.10.1996 (a seconda dei gas emessi)

Euro 2

96/01/CE

Immatricolati dopo il 01.01.1997

Euro 3

1999/96/CE

Immatricolati dopo il 01.10.2001

Euro 4

98/69/CE B 1999/96/CE B

Immatricolati dopo il 01.10.2006